A volte riemergono: una curiosa collezione di vecchi modelli nella periferia di Firenze

L\’avevo notata anni fa, poi era sparita: una collezione di vecchi modelli esposta nella vetrina di un\’agenzia di assicurazioni (o roba del genere) nel quartiere periferico di Novoli a Firenze, a due passi dalla famosa pasticceria Gaetano. Oggi, passando a piedi, la collezione mi è riapparsa e ho colto l\’occasione per scattare due (scadenti) foto, rese ancora più frettolose dalla pioggia, dalla gente che passava e dalle due buste che reggevo in mano insieme al cellulare. In ogni caso credo che ormai una collezione come questa sia rimasta un unicum come decorazione delle vetrine di Firenze. In un passato ormai neanche più recente, anche esercizi che praticavano commerci tutt\’altro che vicini al modellismo usavano rendere interessanti le vetrine con modellini di auto, per non parlare poi dei centri di ricambi auto, concessionarie e via di seguito. Forse qualcosa lo troviamo nei bar o in qualche ristorante, ma questo ensemble, in una vetrina della periferia, fa molto anni settanta. Non ho approfondito l\’origine di questa raccolta, che penso sia stata acquistata dal proprietario nei periodo di produzione, vista l\’uniformità delle condizioni.

Vi troviamo Politoys, Mebetoys, Polistil, Mercury, sporadici Dinky e Corgi. Qualche aggiunta più moderna stona un po\’. E\’ comunque bello vederli tutti insieme, questi modelli, riporta indietro nel tempo. Non so quanti abbiano la curiosità di soffermarsi davanti a questa vetrina ma penso che nei prossimi giorni ci ripasserò, perché fa davvero allegria.

2 pensieri riguardo “A volte riemergono: una curiosa collezione di vecchi modelli nella periferia di Firenze

  1. Anche le scuola guida, che, vista la loro attività, esponevano plastici e diorami di strade e incroci popolati di macchinine e segnali stradali a simulare la circolazione. Quante volte mi ritrovai con il naso schiacciato contro le loro vetrine!PS A Genova, vicino a De Ferrari, c' è un pub che all' interno espone, invero in condizioni precarie, in mezzo a bottiglie, lattine e bicchieri, una ricca collezione di 1/24 e 1/18 di tutti i generi, ma soprattutto americane classiche.

    "Mi piace"

  2. Anche le scuola guida, che, vista la loro attività, esponevano plastici e diorami di strade e incroci popolati di macchinine e segnali stradali a simulare la circolazione. Quante volte mi ritrovai con il naso schiacciato contro le loro vetrine!PS A Genova, vicino a De Ferrari, c' è un pub che all' interno espone, invero in condizioni precarie, in mezzo a bottiglie, lattine e bicchieri, una ricca collezione di 1/24 e 1/18 di tutti i generi, ma soprattutto americane classiche.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: