Nuovi scenari dopo il virus? Il futuro delle borse di scambio

Un Novegro di ormai tanti anni fa: 4 dicembre 2011
(foto David Tarallo)

Vi risparmio il titolo \”le borse di scambio ai tempi del coronavirus\”. Fare le frasi che finiscono \”ai tempi del coronavirus\”, scimmiottando un famoso titolo di Garcia Marquez fa molto radical chic. Del resto fa radical chic anche leggere Garcia Marquez, un autore che non ho mai capito. Sono allergico agli scrittori sudamericani, dei quali non mi riesce di andare oltre le tre pagine senza iniziare a non capirci più niente. Ma lasciamo stare. Le borse di modellismo se la passeranno male, peggio dei negozi. Se infatti i negozi, già morenti prima della diffusione del Covid-19, potranno organizzarsi in qualche modo e al limite anche sfangarla in casi eccezionali, le borse sono destinate a una crisi che in questo momento sembra irreversibile. Forse le più grandi, come Novegro, potranno salvare il salvabile nella bella stagione organizzando degli spazi aperti, ma per le più piccole il futuro non è per niente sicuro. Chi aveva puntato tutto sulle borse per il proprio commercio è destinata ad avere problemi; sono molti peraltro i negozi che riuscivano a integrare i propri introiti grazie a queste manifestazioni. Altri piccoli e medi venditori in nero, che non possono spostarsi su piattaforme ufficiali senza rischiare problemi col fisco, dovranno arrangiarsi in altro modo, con Facebook, con Subito o altri sistemi che comunque complicheranno la loro attività.

Model Game a Bologna, 2013 (foto David Tarallo)

E\’ problematico, oggi come oggi, prevedere un Novegro il prossimo settembre o dicembre. Ancora più complesso pensare alla possibilità di visitatori dall\’estero. In tutto questo, i negozi on-line hanno potuto contare sulla scialuppa di salvataggio rappresentata dall\’onnipresenza della rete. In queste settimane molti hanno aumentato il loro fatturato rispetto agli stessi mesi del 2019. I collezionisti continueranno a comprare e quindi il loro budget sarà indirizzato verso acquisti on line, la sola alternativa ancora in piedi. E\’ purtroppo uno scenario che forse accelera certi fenomeni che erano già in atto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: