Curiosità storica: le decals per automodelli Supermodel

Molti ricordano il marchio Supermodel, nato nel 1972 dalla scissione di uno dei fondatori della Italaerei, Giorgio Radicchi, che col socio ingegner Pasquino Gurioli continuò la produzione di alcuni kit di aerei della casa d’origine, dando inizio a una gamma che si arricchì di soggetti interessanti e inediti, che includeva anche fogli di decals. Ma la maggior parte della produzione Supermodel si concentrò sui velivoli.

Resta tuttavia la testimonianza di alcune decals generiche stampate per le auto. A quell’epoca, di pronto c’era ben poco: Solido stampava dei fogli con numeri, bolli e altri loghi. In seguito si sarebbe concentrata su temi più specifici, prefigurazione di quelli che sarebbero stati i transkit.

I fogli di Supermodel contenevano numeri e bolli di varie misure, bianchi e neri, più alcune strisce (fra cui la classicissima a scacchi), placche di rally e decorazioni simili a quelle che si trovavano sui Mebetoys e sui Politoys, tanto per capirci.

La scala di riferimento era l’1:43, ma sui foglietti si ritrovavano elementi più grandi, buoni per l’1:32 e per l’1:24, molto diffuse (slot, kit in plastica e così via). Queste decals, non troppo rare, possono essere collezionate come ricordo di un’epoca o – per i più fantasiosi – utilizzate per restauri di fantasia ma in linea con il periodo di produzione di un diecast anni settanta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: