Motorphone TV intervista l’ingegner Fabio Segalini

C’è vita oltre la Formula Uno. Lo dimostra Fabio Segalini, ingegnere (nella foto sopra), che nella sua multiforme carriera professionale ha ricoperto incarichi di suspension designer, progettista e persino manager. Motorphone TV, il canale YouTube di Ermanno Frassoni, ha indagato a riguardo in una chiacchierata fiume di un’ora e mezza. La passione per il motorsport si sviluppò grazie al padre pilota, che ad un certo punto arrivò a gareggiare nella Formula 3 italiana, e ad una trasferta di famiglia all’autodromo siciliano di Pergusa nel 1977. Da lì in poi Segalini decise che avrebbe lavorato nelle corse e dopo aver accantonato l’idea di fare il pilota fu il momento di intraprendere gli studi in ingegneria meccanica. Cresciuto nella Motor Valley emiliana, per il neoingegnere si spalancarono ben presto le porte della Dallara Automobili di Varano de’ Melegari. Seguiranno quindi esperienze nell’allora GP2 Series, non prima di avere lavorato sui progetti IndyCar e World Series by Renault per conto dell’azienda di Giampaolo Dallara, fino all’approdo in Formula Uno nelle fila della Scuderia Toro Rosso. Era il 2008 e poco dopo il giovane Sebastian Vettel avrebbe vinto il GP Italia a Monza al volante della STR3. Si materializzò poi il passaggio alla Sauber nel 2015 quando il fondatore Peter era diventato presenza più discreta nella squadra svizzera. Oggi Segalini è ingegnere nel WEC, cioè il Mondiale Prototipi, alle dipendenze dello storico team Oreca.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: